Nome latino: Anethum graveolens L.

Famiglia: Apiaceae

Parte utilizzata: Frutti

Proprietà principali: Azione spasmolitica, aromatizzante, eupeptica, colagoga e coleretica; diuretica; battericida

Impiego terapeutico: 

  • Aneto uso interno:  Singhiozzo, vomito nervoso, aerofagia, flatulenza; turbe minori del

    sonno

Aneto uso interno:

L’Aneto era molto apprezzato dagli antichi per il suo aroma. I frutti, ricchi in olio essenziale, svolgono un’azione stimolante e contemporaneamente spasmolitica a carico degli organi dell’apparato digerente: risultano particolarmente utili nel calmare il singhiozzo e il vomito nervoso, nell’aerofagia e flatulenza e nelle coliche intestinali di origine nervosa.

L’azione spasmolitica è sostenuta dal carvone. Queste proprietà calmanti ne determinano l’impiego, come coadiuvante, anche nelle turbe minori del sonno e nelle coliche infantili (infuso). Preparati a base di Aneto favoriscono, inoltre, la secrezione salivare e gastrica e facilitano pertanto i processi digestivi. Viene consigliato, per il gradevole aroma, di masticare i frutti in caso di alitosi.

Accanto alle proprietà spasmolitiche sono presenti quelle battericide (dimostrate in vitro) che ne fanno un buon rimedio per combattere i processi fermentativi a carico dell’apparato digerente.

Controindicazioni dell' Aneto:

La letteratura non segnala effetti secondari e tossici alle dosi terapeutiche, a meno che non vi sia una particolare sensibilità individuale. La droga possiede un debole potenziale di sensibilizzazione (Teuscher E., 2005). A scopo precauzionale non utilizzare l’olio essenziale in gravidanza, durante l’allattamento e in età pediatrica.

Dosaggio:

°Posologia giornaliera media (Commissione E del BfArM): Aneto frutti, 3 g/; olio essenziale, 0,1-0,3 g/die.

° Infuso: 3 g di frutti triturati in 200 ml di acqua bollente. Infondere per 15 minuti, filtrare e bere durante la giornata.

° Olio essenziale: 2-6 gocce al dì; 1 goccia su supporto neutro prima dei pasti principali (Raynaud J., 2006).

° Anethum graveolens T.M.: 40 gocce, diluite in acqua, 1-3 volte al giorno.

Aneto Cenni storici:

°Il nome deriva dal greco ànetos = sciolto, scapigliato, dalla forma delle foglie.

°Nell’insonnia viene consigliata la seguente bevanda: 10 g di semi di Aneto in decozione in 1/4 di litro di vino bianco: assumere prima di andare a dormire.

°In Brasile alla pianta vengono riconosciute proprietà antiemorroidali (infuso ottenuto con le parti aeree). La riduzione dei noduli emorroidali sembra tanto più rapida quanto più alta è la concentrazione in carvone. Può essere impiegato anche l’estratto fluido della pianta fresca.

Fonte: Dizionario di Fitoterapia e Piante medicinali - Campanini

Prodotto aggiunto alla tua wishlist
Prodotto aggiunto al comparatore

Questo negozio online utilizza cookie (anche di terze parti) e altre tecnologie in modo da migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito e per inviare messaggi promozionali sulla base del comportamento degli utenti.