Nome latino: Margheritina; Pratolina
Famiglia: Asteraceae 
Parte utilizzata:  foglie e fiori
Proprietà principali:  vulnerarie
Impiego terapeutico: desueto

Pratolina: proprietà e usi cosmetici

Antinfiammatoria, lassativa, rilassante, calmante, anche per gli occhi: la Pratolina è semplicemente preziosa. Usata anche in cucina per le insalate. I fiori e le foglie della Pratolina in infusione hanno tantissime proprietà curative. Sono un ottimo rimedio contro l'ipertensione, sono astringenti e fanno anche da tè diaforetico. Anche l'insonnia può essere curata così.

Sempre queste foglie e fiori in infusione, possono essere di grande aiuto per la rimarginazione delle ferite. Schiacciati venivano invece applicati sulla pelle come rimedio per eruzioni, arrossamenti, foruncoli e ascess. Fatti macerare invece creano un liquido molto efficace contro i parassiti.

Dosaggio:

Infuso (fiori): 2 o 3 cucchiaini da caffè per tazza d’acqua bollente. Uso desueto.

Pratolina Cenni storici:

Bellis perennis: «Il nome ne annuncia la bellezza e la durata» (Cazin, 1876). La margheritina di campo viene poco citata dagli antichi ed è solo nel XVI secolo che entra in terapia con il medico senese Mattioli il quale la segnala come vulneraria. Un’ordinanza del 1793, emanata dalle autorità tedesche, ne ordinava la distruzione completa in quanto considerata abortiva, forse per via delle saponine. Sarà l’omeopatia a rivalutarla segnalandola come l’arnica degli organi pelvici da utilizzare in particolare nel traumatismo del seno, del piccolo bacino e del coccige.

Fonte: Dizionario di Fitoterapia e Piante medicinali - Campanini

Prodotto aggiunto alla tua wishlist

Questo negozio online utilizza cookie (anche di terze parti) e altre tecnologie in modo da migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito e per inviare messaggi promozionali sulla base del comportamento degli utenti.