Nome latino: Arbutus unedo L.
Famiglia: Ericaceae

Parte utilizzata: Foglie, radici, frutto

Proprietà principali: Antinfiammatoria; antisettica urinaria, astringente

Impiego terapeutico: 

  • Corbezzolo uso interno: Cistite, prostatite

Corbezzolo uso interno:

Il Corbezzolo viene impiegato come antisettico urinario, la tintura madre, ottenuta dalle foglie fresche, viene consigliata nel trattamento della cistite e della prostatite acuta in quanto oltre alle proprietà antisettiche "favorisce il processo riparativo a livello della mucosa uretrale, interrompendo il circolo vizioso che alimenta l’uretrite".

La radice e le foglie venivano impiegate nel trattamento della diarrea in virtù delle loro proprietà astringenti. Apprezzata era anche l’azione diuretica e, indirettamente, ipotensivante.

Il frutto, di colore scarlatto e di sapore acidulo-dolciastro, fa parte della frutta acidula. È utilizzato fresco, candito, conservato sotto spirito o per preparare marmellate e bevande.

Controindicazioni del Corbezzolo:

L’alto contenuto in tannino può irritare il tratto gastrointestinale. Si consiglia vigilanza in caso di assunzione contemporanea di farmaci.

L’uso è sconsigliato pertanto in gravidanza, allattamento e in pediatria.

Dosaggio:

  • Infuso: 10 g di foglie fresche per un litro di acqua: bere durante la giornata.
  • Arbutus unedo T.M.: 40 gocce, diluite in acqua, lontano dai pasti, 2 volte al dì.

Corbezzolo Cenni storici:

  • Unedo, dal latino unum edo = mangio uno solo, allusione al gusto particolare del frutto.
  • La corteccia e le foglie, ricche in tannino, sono per la produzione di coloranti e per la concia delle pelli (concia vegetale).

Fonte: Dizionario di Fitoterapia e Piante medicinali - Campanini

Prodotto aggiunto alla tua wishlist
Prodotto aggiunto al comparatore

Questo negozio online utilizza cookie (anche di terze parti) e altre tecnologie in modo da migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito e per inviare messaggi promozionali sulla base del comportamento degli utenti.