Vene varicose: prevenirle e curarle con rimedi naturali

20 maggio 2022
.
Detta anche varice, la vena varicosa non è altro che la dilatazione di una vena con un’alterazione delle sue pareti, con sporgenze dal colore scuro verdastro. Può essere più o meno estesa o curviforme ed è visibile ad occhio nudo. Le vene varicose sono la causa di un disturbo della circolazione venosa degli arti inferiori e possono essere anche accompagnate da altri sintomi, come caviglie gonfie, crampi e formicolii, sensazione di indolenzimento e pesantezza delle gambe, prurito nella zona della varice, dolore che può peggiorare quando si resta seduti e sensazione di freddo. Si sviluppano quando le piccole valvole presenti all'interno delle vene smettono di funzionare correttamente. Dentro le vene, infatti, si trovano minuscole valvole a senso unico che si aprono per far passare il sangue e poi si chiudono per impedirne il flusso all'indietro. Può succedere che le pareti delle vene si allunghino e perdano la loro elasticità, facendo indebolire le valvole o danneggiandole. Quando ciò accade il sangue può fluire all'indietro e accumularsi nelle vene, causandone il gonfiore e l'ingrossamento (varicosi).

Le cause di questo disturbo ben noto a molte donne, soprattutto superata la soglia dei 40 anni, possono essere molteplici:

Attività fisica per contratare le vene varicose

Come prevenire le vene varicose

Basta davvero poco per prevenire questo disturbo. Esistono infatti delle buone abitudini da rispettare, che formano una vera e propria linea guida per prevenire ed evitare la varicosi.

Alimentazione per aumentare la circolazione

La prevenzione delle vene varicose parte da tavola

Con l’arrivo dell’estate uno dei problemi con il quale le donne si ritrovano a dover fare i conti sono le vene varicose. Le varici però si possono prevenire specialmente a tavola, previlegiando un'alimentazione ricca di frutta e verdura che, oltre a favorire il controllo del peso, fornisce anche vitamine e bioflavonoidi ad azione antiossidante che preservano l'integrità dei vasi.

Quali sono quindi i cibi da tenere sempre a tavola per ovviare a questo fastidioso e antiestetico problema?

Ippocastano per le vene varicose

Eliminare le vene varicose con rimedi naturali

Oltre alla prevenzione, composta da buone abitudini da seguire e da un’alimentazione ricca di frutta e verdura, possiamo avvalerci dell’aiuto di rimedi naturali di tipo terapeutico. Si tratta di rimedi essenzialmente finalizzati a stimolare la circolazione sanguigna e a favorire il drenaggio del gonfiore per limitare la condizione delle vene varicose.

Iniziamo parlando dell’idroterapia. Questa terapia alternativa è molto efficace nella lotta contro vari tipi di inestetismi, tra cui le vene varicose. Questa tecnica prevede l’uso di getti d’acqua alternati, a diverse temperature, che verranno applicati sulle zone interessate.  L’acqua calda contribuirà a dilatare i vasi sanguigni che sono sotto la pelle, stimolando la circolazione e successivamente l’acqua fredda provocherà l’effetto opposto. I vasi sanguigni superficiali verranno ristretti e si favorirà la circolazione del sangue all’interno degli organi.

Oltre a questa tecnica possiamo trovare validi alleati nel mondo fitoterapico. Andiamo a veder insieme quali sono le piante principali che, grazie alle loro proprietà, permettono di dare sollievo e curare questo disturbo:

Tutti questi rimedi naturali possono essere utilizzati per uso interno attraverso integratori o tinture madri e per uso esterno grazie ad estratti, che potranno essere aggiunti a oli, gel o creme per il corpo.

Esistono anche creme per il corpo, già formulate con questi ingredienti naturali, principalmente indicate per il trattamento di vene varicose e capillari in evidenza.

Crema per vene varicose

Come ultimi alleati, troviamo anche alcuni oli essenziali efficaci per combattere le vene varicose, che utilizzati in sinergia con i rimedi di cui abbiamo trattato sopra, svolgeranno un vero e proprio trattamento di bellezza per le nostre gambe. Tra questi troviamo l’olio essenziale di Cipresso e di Lentischio. Basterà diluire 5 gocce di uno di questi oli, in un olio vettore e mescolare bene. Questa miscela, se lasciata riposare in frigorifero, darà ancora più giovamento una volta applicata sulle gambe. Durante l’applicazione, per avere un effetto ancora più efficace, bisognerà massaggiare questa miscela, stando sdraiati sul letto con le gambe alzate, partendo dai piedi e caviglia risalendo verso il ginocchio e arrivando quindi alle cosce e interno cosce. Dopo il massaggio sarà ancora più benefico, mantenere per un po’ di tempo le gambe sollevate, magari appoggiate alla testiera del letto o al muro. In questo modo aiuteremo a defaticare sia la muscolatura che la circolazione.

 
ellipse dot,point,circle,waiting,typing,sending,message,ellipse,spinner cc-by igf6j3